Le prime tende da sole, intese come coperture di tela per l’ombreggiamento di teatri, anfiteatri, circhi e stadi, compaiono nel periodo romano.

Quello che troviamo interessante è che i romani riutilizzassero le vele navali dismesse pensate che anche il Colosseo era provvisto di un suo Velarium.

Il termine Velarium dimostra chiaramente la provenienza dal mondo navale.

Le imbarcazioni a vela permisero ai Romani di acquisire le conoscenze per considerare i vantaggi apportati da una copertura da ombreggiamento (apribile e chiudibile all’occorrenza).

Sembra che i teli fossero in cotone e sostenuti da cavi cerati per facilitare lo scorrimento nella struttura di supporto.
Dall’osservazione di alcuni affreschi pare fosse composto da lembi di stoffa rettangolari sospesi tra due corde parallele che ne permettessero scorrimento e ripiegamento.

Il sistema, di chiara derivazione navale consisteva in due ordini di funi, una primaria utilizzata per il dispiegamento del tessuto, l’altra secondaria per la sua messa in tensione.

Condividi e metti un bel like!